Il campionato giapponese di calcio femminile oppure Nadeshiko League (in giapponese: "L・リーグ", denominazione ufficiale "日本女子サッカーリーグ",Nihon Joshi Sakkā Rīgu) è la massima competizione nazionale giapponese di calcio femminile, non professionale anche se molte calciatrici firmano contratti professionistici.

La prima divisione è soprannominata Nadeshiko League (なでしこリーグ Nadeshiko Rīgu?) e la seconda divisione Challenge League (チャレンジリーグ Charenji Rīgu?). Dal 2008 è sponsorizzata dalla Plenus (株式会社プレナス?), una catena di fast food situata a Fukuoka, e per questo motivo i campionati hanno assunto i nomi Plenus Nadeshiko League e Plenus Challenge League.

History

Il campionato femminile giapponese è stato costituito nel settembre 1989 con denominazione Japan Women's Football League (campionato di calcio femminile giapponese).
Dal 1993 al 1999 adottò il sistema apertura e clausura, simile a quello utilizzato dalla Japan League.
Nel 1994 il campionato diventa Ladies League (campionato femminile).
All'inizio della stagione 1999 viene introdotto il pareggio (nei campionati precedenti valevano solo vittorie e sconfitte) e l'adozione dei 3 punti per vittoria.
Dal 2000 al 2003 le squadre furono divise in due gruppi est e ovest che avrebbero mandato le squadre meglio classificate a contendersi in un girone finale il titolo, mentre le altre squadre avrebbero lottato per evitare la retrocessione.
Nel 2004 si tornò al girone unico senza poule promozione e retrocessione assegnando però la retrocessione diretta dell'ultima classificata nella nuova Division 2. A partire dal campionato 2005 la Ladies League Division 1 adotta l'attuale denominazione Nadeshiko League Division 1.

Le 8 squadre componenti la massima serie avrebbero preso parte a uno stage di allenamento e perfezionamento confrontandosi con i migliori club stranieri, stage comprendente anche squadre americane e australiane.

Dal 2004 i due campionati di prima e seconda divisione furono composti ognuno da 8 squadre. Nel 2009 il regolamento del campionato fu modificato adottando il sistema utilizzato dalla vecchia Japanese Soccer League maschile: la retrocedenda della seconda divisione avrebbe disputato un play-off contro la vincente del campionato regionale.

A partire dalla stagione 2010 la seconda divisione è stata divisa in due gironi est e ovest composti da 6 squadre ciascuno. Venivano promosse nella serie maggiore solo le vincenti di ogni gruppo.

Prima della stagione 2015 è stata creata la Nadeshiko League Division 2 come seconda divisione del campionato giapponese, rendendo terza divisione la Challenge League. Dalla Nadeshiko League Division 1 retrocede l'ultima classificata, mentre la nona classificata disputa una play-off contro la seconda classificata della Nadeshiko League Division 2.